La pianista russa Tatevik Aivazian, nata in Armenia, si forma presso il Conservatorio (Accademia) di Novosibirsk “M. I. Glinka” (Russia) con il maestro S. A. Dobrovolskij, dove consegue a pieni voti il diploma nel 2005. Continua gli studi di formazione presso l’Accademia di Musica e Teatro di Krasnoyarsk, partecipando a diversi master con importanti musicisti (come M. Arkadiev, M. Mordvinov, V. Tropp, S. Maltsev e altri) e a svariati concorsi nazionali ed internazionali (Concorso pianistico internazionale Huesca (Spagna); “Giulio Rospigliosi” Italia). Si esibisce in numerosi concerti in diverse città della Russia e dell’Armenia. Nel 2010 con la cantante Lyndi Williams si esibisce a Yerevan in Naregatci Art Center con le musiche di T. Mansurian e E. Manukyan.
Nel 2017, dopo il trasferimento in Italia, consegue la laurea di II livello con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Guido Cantelli di Novara con il Maestro L. Schieppati, presentando una tesi sulle sonate per pianoforte di Clara Wieck e Fanny Mendelssohn.
Partecipa con profitto a diversi master (S. Gulyak, T. Ovens, P. Szychowski, J. Swann, Simone Pedroni) e prosegue la sua carriera concertistica sia solista che in duo e trio, focalizzandosi sulla musica da camera. Nel 2016-2017 partecipa ai corsi di formazione Yamaha Music e successivamente approfondisce la formazione partecipando al corso di Ekaterina Zheleznova (Mosca) “Musica con la mamma” e “Orecchio assoluto” per bambini da due a sei anni.
Ha un’esperienza decennale nel campo della didattica di pianoforte e propedeutica, avendo lavorato in diverse scuole in Russia e in Italia, nonché come pianista accompagnatrice.
Lavora nelle scuole statali e presso l’associazione musicale “Il flauto magico” di Bellinzago.
Dal 2017 è inoltre insegnante di pianoforte e propedeutica presso l’I.C. Musicale Brera di Novara.